Paolo Scirpa english

Il sole di Siracusa. Progetto per una scultura dedicata ad Archimede
Di Marco Meneguzzo
05 dicembre 2006

Perché ogni qualvolta si ricorda l’episodio degli “specchi ustori” di Archimede all’assedio di Siracusa, la mente prova un sussulto di piacere, e spesso sulle labbra compare un sorriso?Perché quell’episodio – non [...]
... leggi tutto   

Paolo Scirpa e il suo tempo…di Sicilia
Di Ornella Fazzina
2006

In Europa e in Italia alla fine degli anni cinquanta una nuova situazione di ricerche in ambito artistico si contrappone al movimento informale allora dominante ed è proprio a partire da quel periodo che l’Italia conquista una posizione centrale sulla [...]
... leggi tutto

Lo sguardo virtuale sul mondo. Una installazione di Paolo Scirpa
Di Giorgio Seveso
20 novembre 2004

Le varie fasi e simboli delle nostre alienazioni, le false necessità del consumismo, i deserti tecnologici di una architettura degli ambienti e dei panorami urbani massificati e spersonalizzati…questi e altri d’analoga portata sono gli obbiettivi [...]
... leggi tutto   

La pittura e l’oggetto cinetico. Vibrazioni di luce nell’arte di Paolo Scirpa
Di Claudio Cerritelli
2003

A metà degli anni Sessanta Paolo Scirpa è immerso nella pittura come risonanza della realtà industriale, decostruzione dell’oggetto meccanico, nello stesso tempo si rivolge alla civiltà dei rifiuti, crea composizioni consumistiche con [...]
... leggi tutto   

I sentieri del colore: le nuove carte di Paolo Scirpa
Di Antonio Musiari
2003

Dopo le ricerche sulle strutture seriali, dopo la vertigine dell’illusione cinetica, Paolo Scirpa ha virato i suoi esperimenti verso il piacere del tratto guidato dalla mano proponendo ora una serie di pastelli ad olio, pur non smentendo l’esperienza [...]
... leggi tutto   

Storie di luce
Di Flaminio Gualdoni
06 settembre 2000

Paolo Scirpa va perseguendo negli anni, con serena ma inflessibile determinazione, una posizione affatto singolare nell’ambito della ricerca artistica.Evidenti, e peraltro non occultate, sono le sue poggiature storiche. Da un lato è la cultura del [...]
... leggi tutto   

Da Storia dell’Arte Italiana del ‘900 Generazione Anni ’30 (vol. 5°) Capitolo X
Di Giorgio Di Genova
2000

Scirpa, che aveva alle spalle le serie Sole (1966-68) e Habitat (1969-72), nelle quali erano già ottemperati risultati di vertigine visiva e di sprofondamenti prospettici, giocati sulla iterazione e/o sull’accumulazione anche giustapposta di elementi [...]
... leggi tutto

Paolo Scirpa e la monumentalità plastica della luce
Di Andrea Del Guercio
1999

La conoscenza che ho dell’opera di Paolo Scirpa si caratterizza particolarmente per il ciclo dei “pozzi luminosi”, raccolti con sottoindicazioni nel titolo-definizione di “Ludoscopio”; il percorso verso lo sprofondamento del piano e quindi [...]
... leggi tutto   

Paolo Scirpa: reinvenzione di una città
Di Francesco Poli
25 giugno 1997

Paolo Scirpa vive dal 1968 a Milano, dove, tra l’altro insegna all’Accademia di Brera e dove ha esposto con maggiore frequenza. E’ qui, soprattutto, che la sua ricerca artistica è maturata, dagli anni Sessanta fino agli anni Ottanta, in modo [...]
... leggi tutto

Percorsi comunicanti
Di Marina De Stasio
10 dicembre 1995

Affacciarsi per la prima volta sul pozzo luminoso e infinitamente profondo di una creazione di Paolo Scirpa è un’esperienza sorprendente: quell’abisso sconfinato potrebbe provocare angoscia oppure esercitare un’attrazione inquietante, invece si [...]
... leggi tutto